UPBEAT PROJECT il 3 novembre all’ Onda Road

ll nome stesso esprime l’approccio dell’ensemble: positivo, allegro, divertito,
perché vogliono che la loro musica sia coinvolgente, brillante, frizzante. “Scegliamo i brani che più ci piacciono” dichiara Diego Ruvidotti, il coordinatore del gruppo, “dal repertorio internazionale, sia pop che jazz e li rivestiamo a nuovo, uscendo dal consueto, mettendo in luce le preziose esperienze e qualità solistiche di tutti i componenti del gruppo. La linfa jazz scorre nelle vene di ognuno di noi e in Upbeat Project si esprime su una base ritmica caratterizzata da grooves contemporanei, metropolitani e trascinanti.”

La formazione:
DIEGO RUVIDOTTI tromba, flicorno, autore degli arrangiamenti
…sempre alla ricerca del nuovo, del particolare diverso dalla
consuetudine, attinge a un vasto bagaglio di esperienza sia come solista che come compositore, esperienze maturate in contesti musicali diversi: 5 cd a suo nome con musiche di sua composizione, più di 20 collaborazioni come solista in altri cd, solista nelle colonne sonore dei film di Silvio Soldini premiate con il David di Donatello.
Dalle scene del jazz al teatro di ricerca e alla danza contemporanea, al cinema e alle produzioni video, si esprime sempre con un linguaggio
limpido, personale e fantasioso. E’ ideatore del progetto insieme ad Alberto Argirò.

ALBERTO ARGIRO’ batteria
…musicista con un notevole spessore di esperienza e una passione
inesauribile, sempre molto attento ai mutamenti di stile e aperto a 360°
sui generi musicali più disparati, ed è questo in fondo che fa la
differenza, l’apertura mentale senza preclusioni verso orizzonti musicali diversi. E’ una importante ed efficace risorsa, sia nel suo ruolo di motore della sezione ritmica, che come collaboratore, nell’ ideazione e nella realizzazione sia creativa che organizzativa del progetto.

EMY STERI voce
…una forza della natura! Canta da quando era bambina e ha studiato
pianoforte al conservatorio. E’ una vera professionista della voce per la sua impeccabile intonazione e per la sua capacità di calarsi in ogni contesto musicale, dal gospel, suo grande amore, al soul/pop e al jazz, sempre con grande personalità e originalità d’interpretazione.

MANUEL MAGRINI pianoforte, tastiere
…giovanissimo talento, una punta di diamante del jazz perugino,
vincitore di prestigiosi concorsi e sempre più apprezzato nel
panorama nazionale per la sua straripante fantasia e per la sua vasta
cultura musicale che abbraccia dal classico al jazz.

FRANCESCO PIEROTTI contrabbasso
…è la seconda colonna fondamentale della nostra ritmica: solido,
preciso e modernissimo nella scelta dei riff ma anche solista ispirato
e melodico. Diplomato in conservatorio con il massimo dei voti, si è perfezionato con i più importanti maestri del suo strumento.

Condividi